Photo by Misha Mikhaylov

Lo so, sono di parte! Io amo il coworking, o meglio, io amo AREA Coworking! Mi piace lo spirito, la condivisione, le risate e le nuove conoscenze che si instaurano di giorno in giorno! Ma son sicura che non sono l’unica a pensarlo; sempre più persone stanno scoprendo cosa vuol dire lavorare in un simile ambiente.

Il movimento non è solo una grande alternativa per i lavoratori autonomi, ma è stato dimostrato più e più volte, che può essere una soluzione sostenibile e chiaramente identificabile per gli imprenditori e liberi professionisti che cercano di costruire una rete, una collaborazione con persone affini.

Coloro che hanno già familiarità con il coworking conoscono pienamente il suo valore, mentre chi osserva da tempo questa nuova tendenza, adesso, molto probabilmente è pronto a intraprendere l’avventura. Tuttavia, mentre gli spazi coworking esistenti stanno ancora cercando di convalidare il loro modello di business, gli spazi più affermati, invece, stanno puntando ai successivi e innovativi passi da adottare.

Ma cosa rende così attraente uno spazio di coworking? E quali vantaggi professionali ed economici se ne possono ricavare? Ci sono 8 ottime ragioni per lavorare in un coworking:

Crea nuove opportunità di collaborazione e di business

Spesso si associa il coworking all’idea di uno spazio condiviso in cui le scrivanie costano meno. E’ un’idea decisamente riduttiva. Proprio come avviene nel web, si creano reti di persone che possono scambiare informazioni, collaborare e unire le forze in qualsiasi momento.

-Concentra in un unico luogo competenze specializzate e complementari

Ci si muove all’interno di un ecosistema dove risulta naturale sviluppare approcci interdisciplinari. E’ questo il vero valore aggiunto del coworking.

-Favorisce l’arricchimento e l’aggiornamento professionale

Vivere costantemente a contatto con persone interessanti, che hanno un’attitudine simile alla tua e competenze complementari, aiuta a imparare cose nuove e a rimanere al passo.

-Elimina le distrazioni casalinghe

Lavorare in un ambiente esterno insieme ad altre persone, invece che allestire un ufficio casalingo, aiuta a mantenere un giusto equilibro tra spazi di vita e spazi di lavoro, evitando il cosiddetto “burnout” (la sfiducia e la mancanza di interesse verso il lavoro a causa di una progressiva perdita di motivazioni e stimoli).

-Permette la massima flessibilità

Il Coworking è un contratto di servizio (non di affitto) pertanto non vi sono vincoli di durata. Puoi avere la tua postazione anche solo per un giorno. Poi, potrai liberamente scegliere se rinnovare per periodi più lunghi.

-Ti fa risparmiare tempo

E’ difficile per un professionista che lavora in autonomia pensare sia alle incombenze legate all’attività professionale vera e propria, che a tutta una serie di questioni burocratiche e amministrative. In uno spazio di coworking, i servizi “primari” per svolgere il proprio lavoro sono già a disposizione: è un luogo di lavoro attrezzato di mobili, stampanti, connessioni internet, sale riunioni, area caffè-relax e talvolta anche servizi di spedizione, receptionist o addetti alla segreteria.

-Spinge all’innovazione

Incontrarsi e chiacchierare in modo informale è un ottimo modo per far emergere nuove nuove idee o testare intuizioni ancora da sviluppare.

-Migliora la qualità della tua vita

“Mi piace stare in questo posto perché si percepisce un’onda positiva, è bello lavorarci”. Provate a entrare in un coworking che funziona e chiedete a chi ci lavora come si trova: il più delle volte avrete risposte molto simili a questa.

Beh, cosa aspetti? Prova anche tu! Chiama AREA Coworking, i nostri numeri li trovi nella sezione Contatti  😎

Share

Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *