Il cibo italiano piace sempre di più e, in tempi di crisi, i piatti e i vini italiani stanno diventando ciò che l’alta moda, le auto di lusso e i prodotti di design sono stati in passato: un sistema di business. Non a caso aumentano eventi e manifestazioni dedicati all’arte culinaria: da Cibus, salone internazionale dell’alimentazione giunto ormai alla 17esima edizione a Parma dal 5 all’8 maggio, a This is Food, il primo evento dedicato alla nuova food culture metropolitana in programma a Roma il 24 e il 25 maggio, fino al grande Expo del 2015, in cui i protagonisti saranno proprio il cibo e l’alimentazione.

E sempre di più le startup sono attirate e presenti nel settore food&beverage. Ormai c’è proprio di tutto! Dalla nuova impresa che organizza cene fra ragazzi che si conoscono online, alla piattaforma che permette a chi viaggia di cenare a casa della gente locale per scoprire tutti sapori della cucina tipica, al mercato agricolo che con un click porta a casa frutta e verdura fresca.

Oggi mettersi a tavola è un piacere a tutti gli effetti. Ecco 10 idee d’impresa dedicate all’alimentare di qualità e al made in Italy:

Cortilia. È il primo mercato agricolo online che ha messo in contatto consumatori e agricoltori locali per fare la spesa direttamente come in campagna: con un semplice click Cortilia porta a domicilio frutta e verdura fresche di stagione, coltivate in modo sostenibile, dalle aziende agricole più vicine agli utenti.

Chef Dovunque. È una startup dedicata al food che, selezionando ingredienti artigianali e biologici, ha deciso di confezionare e distribuire queste ricette in kit predosati, in porzioni per due o tre persone. Un’idea senza precedenti che ha guadagnato un investimento di 1,2 milioni di euro con Vertis Venture.

Bio Food Corner. Si tratta di un chiosco innovativo costruito con materiale eco compatibile, tecnologicamente avanzato, energeticamente autosufficiente, a basso impatto ambientale, con un design semplice e colorato, adibito alla somministrazione di frutta e verdura a Km 0 in partnership con Coldiretti.

WineOwine. Si tratta di un servizio che offre la possibilità di comprare online e ricevere a casa vini di alta qualità selezionati da un team di enologi, i quali ogni due settimane propongono nuove etichette. Uno strumento che aiuta il made in Italy e i piccoli produttori.

AppEatit. È la startup dedicata a tutti coloro che vogliono vivere la pausa pranzo senza rinunciare al gusto. Come funziona? Usando l’applicazione o il sito, si indica l’orario, il luogo dove mangiare  e si salta la coda pagando direttamente da PC, smartphone e tablet.

New Gusto.  Cosa c’è di meglio che conoscere gusti e tradizioni culinarie tipiche quando si viaggia? Questa startup permette a chi viaggia di cenare a casa della gente locale per scoprire tutti sapori della cucina del Paese visitato.

Gnammo. La community italiana per chi ama incontrare nuovi amici a tavola. Fare conoscenza online può portare notevoli vantaggi anche al palato: questa startup, infatti, mette in contatto ragazzi e ragazze che si conoscono online organizzando pranzi e cene.

Zoc. Parole d’ordine: glocal kitchen ossia il cucinare senza confini. La mission culinaria di questa startup è partire dalle materie prime del proprio territorio prese dai piccoli produttori per farle incontrare con spezie di altri continenti, arrivando a sperimentare nuovi sapori.

Supplizio. È il progetto dello chef Arcangelo Dandini dedicato al cibo di strada ed alla fusione tra la cucina della tradizione popolare e la grande cultura gastronomica rinascimentale di Roma.

Fish Market. È l’unico Ristorante a Roma dove i clienti possono scegliere il pesce come al banco del mercato e farlo cucinare agli chef ad un prezzo pari a quello di una pizza. Come funziona? Scegli: Indica sul menu le quantità dei prodotti desiderati e consegnalo alla cassa. Attendi: Il tempo di pagare, di prendere da bere e sederti al tuo tavolo. Mangia: Riceverai la tua ordinazione pronta da gustare.

Share

Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *