Photo by LuckyImages.

Il coworking prevede l’affitto di una postazione in un open space per un periodo di tempo variabile. In alcuni casi, all’interno del coworking vi sono spazi indipendenti (delimitati) che consentono a piccole aziende di rendersi autonomi pur usufruendo dei vantaggi forniti dal coworking.

Negli spazi di coworking i professionisti possono condividere il grande ufficio e beneficiare di una vasta gamma di servizi: sale conferenza, area break, stampanti e altro. È possibile affittare una postazione che diventa riservata oppure in maniera casuale per un periodo molto flessibile che varia dal giorno all’anno. Gli spazi sono molto diversi a seconda delle esigenze: è possibile trovare loft industriali così come luoghi che rispecchiano l’ambiente aziendale.

Molti spazi di coworking somigliano ad un lounge o a un caffè piuttosto che ad un ufficio.

In genere gli utenti pagano per avere la propria postazione privata e poi possono usare l’area comune per favorire l’interazione. I servizi di base comprendono elettricità e connessione wifi, IT facilities, proiettori, stampanti, scanner, lavagne, carta, mobilio, acqua, caffè. Servizi aggiuntivi possono includere l’affitto di dispositivi laptop, portineria, lavanderia, armadietti, telefoni per chiamate internazionali.

Anche se gli spazi sono diversi per servizi e cultura, essi condividono i valori di collaborazione, apertura, comunità e sostenibilità. L’obiettivo è quello di creare una comunità di utenti e ciò permette una facile collaborazione e l’aggiornamento di informazioni tra gli utenti.

Gli spazi di coworking possono essere confrontati con gli incubatori di impresa, spazi di lavoro condivisi, solitamente gestiti da governi locali o organizzazioni no-profit, volti allo sviluppo di nuove iniziative e alla creazione di imprese locali. Tuttavia, negli incubatori di impresa l’aspetto sociale del lavoro non è valorizzato: essi si focalizzano sul profitto più che sulla collaborazione e sugli aspetti informali del processo.

Tra i punti di forza del coworking c’è sicuramente l’economicità dell’affitto di una postazione rispetto alla gestione di un proprio ufficio e la flessibilità dei costi in relazione al tempo di utilizzo della postazione.

Ma soprattutto chi si affida a questa modalità di lavoro gode dei benefici derivanti dall’ esperienza di socializzazione e di partecipazione ad una comunità e dall’opportunità di scambio tra professionisti provenienti da settori differenziati.

Share

Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *