Photo by Rasica

co-driving, co-eating, co-living, co-working, co-succeding.
L’economia “co-ndivisa” sta rivoluzionando non solo il mondo in cui fruiamo beni e servizi tradizionali, ma anche il modo in cui viviamo e lavoriamo.

Le nuove professioni preferiscono il coworking per via degli spazi, del modo in cui connettono le persone, la flessibilità dei contratti d’affitto e l’accesso facilitato agli spazi di lavoro multifunzionali (scrivania, meeting rooms, area cucina e spazi per eventi).

Inoltre, nell’era digitale del “co-” dove si stima che le nuove professioni e i freelance diventeranno il 50% della forza lavoro europea nel 2020, le persone avranno semplicemente bisogno di persone: di co-workers.

L’evoluzione degli ambienti lavorativi: network, skills, risorse e vita sociale.

Ci sono una serie di fattori che faranno perdere terreno agli spazi di lavoro tradizionali rispetto all’evoluzione delle modalità in cui si lavora.

Prima di tutto, molti aspiranti imprenditori non potranno sostenere le spese per un ufficio proprio a causa di risorse insufficienti per farlo. E aprirne uno può essere troppo costoso in termini di tempo, opportunità e risorse.

In secondo luogo, questi nuovi imprenditori avranno bisogno di qualcosa di agile e modulare, che sia insieme un ambiente di lavoro ma anche dove scaricare tensione e divertirsi.

Un posto in cui si crei un ecosistema fatto di persone che siano portate a scoprirsi, conoscersi.

E’ proprio quello che si fa qui in AREA Coworking!

Chiamaci e vieni a conoscerci: tel. 035-0900047 oppure scrivici una e-mail: info@areacoworking.it

🙄

Share

Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *